Tutti gli articoli di Flavio Dal Lago

Calendario dell’Unità Pastorale

È pronto il calendario dell’Unità Pastorale per il 2024: chiediamo ai volontari di S. Michele di venire a ritirarlo in Segreteria (orari di segreteria) e di consegnarlo alle famiglie Suggeriamo a tutti di leggere attentamente la presentazione!

Occasioni per visitare gli spazi di Villa Vescova

Occasioni per visitare gli spazi di Villa Vescova:

Fino a domenica 17 dicembre in loggia è visitabile la mostra dell’artista Nicola Scarato. Le prossime aperture saranno 9 e 10 dicembre, ore 10-12 e 15:30-19:30; il 16 e 17 dicembre, ore 10-12 e 15:30-19:30

Sabato 16 dicembre, dalle ore 15 alle ore 18, proponiamo un laboratorio natalizio aperto a tutte le età! Realizzeremo alcune semplici decorazioni di Natale con materiali di riciclo. Ad accompagnare l’attività ci saranno un tè caldo e il miele di nostra produzione. Per partecipare è necessario iscriversi mandando una e-mail a info@villavescova.it oppure chiamare il numero 04441270209 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Sacramento del perdono in preparazione al Natale

SACRAMENTO DEL PERDONO IN PREPARAZIONE AL NATALE

In preparazione al Natale: Adulti, giovani e ragazzi programmino, preparino e celebrino con cura il Sacramento del Perdono: ricordiamo che è possibile trovare un confessore ogni sera prima della Messa feriale nelle varie chiese dell’U.P. e dalle 17 alle 18,30 del sabato nella chiesa di S. Sfefano; anche a S. Daniele a Lonigo, alla Grotta di Chiampo e a Monte Berico c’è un servizio continuo di confessori.

Ricordiamo l’impegno della preghiera in famiglia

RICORDIAMO l‘ impegno della preghiera in famiglia “Camminiamo insieme con gioia”

in preparazione al Natale: “La preghiera in famiglia è un mezzo privilegiato per esprimere e rafforzare questa fede pasquale. Si possono trovare alcuni minuti ogni giorno per stare uniti davanti al Signore, dirgli le cose che preoccupano, pregare per i bisogni famigliari, pregare per qualcuno che sta passando un momento difficile, chiedergli aiuto per amare, rendergli grazie per la vita e le cose buone, chiedere alla Vergine di proteggerci con il suo manto di madre. Con parole semplici, questo momento di preghiera può fare tantissimo bene alla famiglia.” (papa Francesco in Amoris Laetitia 318) .

Preparare la via 10/12/2023

PREPARARE LA VIA

10 Dicembre 2023

La profezia di Isaia che ci raggiunge in questa seconda Domenica di Avvento è ambientata in un luogo desertico… il deserto è esperienza di esodo, di viaggi senza sicurezze e garanzie, luogo di prova, di speranza, nella fatica del cammino…
Per noi, oggi, “fare deserto” significa che il silenzio abbia il primato e la prevalenza sul “rumore” delle nostre idee, per ascoltare una Voce che ci pro-voca, per ripensare le nostre scelte, la nostra vita…!
Ma non possiamo non pensare ai tanti – donne, uomini, bambini – che attraversano effettivamente dei deserti, in viaggi che spesso durano mesi e anni, alla ricerca di un luogo dove abitare e vivere… oppure in esperienze di sofferenza e di dolore che sembrano interminabili…
Giovanni il Battista ci invita a “preparare la via del Signore”…! … tocca a noi prepararla percorrendola con Lui, consapevoli che la via si fa con l’andare e il cammino si fa camminando…! … tocca a noi “rendere diritti i suoi sentieri”, sentieri che abbiamo interrotto, reso tortuosi, impraticabili, talvolta sbarrati. Siamo uomini fatti per andare avanti, per incontrare Qualcuno. Ma “chi” aspettiamo? Quali sono i desideri che riempiono la nostra vita? Cosa ci manca? E, soprattutto “Chi ci manca?”
La liturgia dell’Avvento ci dice che Dio viene, giorno per giorno, continuamente… ci aiuta, ci scuote, ci apre gli occhi, è alla porta della nostra casa… ci porta una lieta notizia: è Lui che può veramente offrirci la gioia, la fiducia, la felicità, la serenità!

Libretto di preghiere in famiglia

Disponibile il libretto di preghiera in famiglia “Camminiamo insieme con gioia” in preparazione al Natale: “La preghiera in famiglia è un mezzo privilegiato per esprimere e rafforzare questa fede pasquale. Si possono trovare alcuni minuti ogni giorno per stare uniti davanti al Signore, dirgli le cose che preoccupano, pregare per i bisogni famigliari, pregare per qualcuno che sta passando un momento difficile, chiedergli aiuto per amare, rendergli grazie per la vita e le cose buone, chiedere alla Vergine di proteggerci con il suo manto di madre. Con parole semplici, questo momento di preghiera può fare tantissimo bene alla famiglia.” (papa Francesco in Amoris Laetitia 318) . Prepariamo il presepio in famiglia, piccolo segno, che ci permette di riflettere sul mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio.

Egli è Venuto! Viene! Verrà! 3/12/2023

EGLI E’ VENUTO! VIENE! VERRA’!

3 Dicembre 2023

Ogni uomo, grazie alla fantasia, alla creatività e al pensiero è proiettato verso il futuro. Se ci guardiamo attorno, saremmo tentati di lasciarci afferrare dal pessimismo, dall’angoscia, dalla paura..
Il Profeta Isaia ci invita ad invocare il nostro Dio perché noi non siamo capaci di salvarci da soli”.
Forse siamo stati distratti, non abbiamo vegliato, non l’abbiamo atteso, abbiamo preso sonno. Ma non è così. Dio viene e continua ad amare il mondo. Niente è impossibile!
L’attesa del padrone di casa che sta per tornare è quella di un ospite che porta bontà e misericordia, giustizia e dignità.
Dobbiamo stare svegli allontanando la paura, il timore, l’angoscia.
Ora è nuovamente Avvento e il nostro Dio ci verrà incontro, si renderà visibile, scenderà tra noi poter stare con noi.
Proviamo a fissare lo sguardo del nostro cuore su Gesù Maestro:
è lui il Figlio di Dio che si è fatto uomo 2000 anni fa;
è lui il Signore della storia che porterà a compimento il Regno del Padre alla fine dei tempi;
è lui il Compagno di viaggio che ci chiede di essere riconosciuto ogni giorno nella vita della Chiesa e nel fratello che ci vive accanto.

Tempo di Avvento

Si tratta di un Tempo che invita «ad alzare lo sguardo e ad aprire il cuore per accogliere Gesù», ha spiegato papa Francesco. E aveva aggiunto: «In queste quattro settimane siamo chiamati a uscire da un modo di vivere rassegnato e abitudinario, e ad uscire alimentando speranze, alimentando sogni per un futuro nuovo».
All’inizio del nuovo anno liturgico siamo invitati ad attendere il Signore positivamente, egli viene certamente, prepariamoci a questo incontro! Siamo chiamati a:
1) dedicare tempo al Signore (a cominciare dall’ascolto della Parola)
2) dedicare tempo a noi stessi (riflettere, leggere, discernere).
3) dedicare tempo alla carità verso i fratelli più soli e feriti.